Credere oggi. Vol. 231

Leggi il libro di Credere oggi. Vol. 231 direttamente nel tuo browser. Scarica il libro di Credere oggi. Vol. 231 in formato PDF sul tuo smartphone. E molto altro ancora su secchiarapita.it.
AUTORE
Richiesta inoltrata al Negozio
ISBN
9788825048964
DATA
2019
Secchiarapita.it Credere oggi. Vol. 231 Image

DESCRIZIONE

Si riflette sulla «corporeità» (avere un corpo è essere corpo nel mondo è vivere il corpo è coscienza) attraverso la provocazione delle neuroscienze per le quali essa ha un'importanza straordinaria, fondamentale: è protagonista principale e totalizzante. L'umano è corporeità complessa che ci permette di sentire come nostro ciò che accade (Sé, coscienza). Se il ruolo del corpo, del cervello e della mente è così centrale nella persona (il corpo decide della persona), che significato e ruolo hanno il credere e il mondo valoriale? Qual è la parola che la teologia pone quando prende sul serio la corporeità e quando si lascia provocare dalle neuroscienze (in questo caso)? Indubbiamente queste ultime stanno rivoluzionando l'antropologico per il modo con cui narrano e interpretano i processi dell'esistenza (e quindi del credere e dell'agire): «CredereOggi» prende in carico tali provocazioni e traccia percorsi di riflessione teologica tra scienza ed esperienza. Un esercizio non certo facile, ma ben riuscito nei contenuti e nel linguaggio accessibili a tutti.

SCARICARE LEGGI ONLINE

Piccoli atei crescono. Davvero una generazione senza Dio ...

Questo post di Stefano Pivot (13 aprile 2020, ore 0.01) ha ricevuto (al momento attuale, 14 aprile, ore 10.39) 99 commenti e indotto a 69 condivisioni.. Proposte per ripartire con l'attività in montagna in Fase 2 di Stefano Pivot (dal suo profilo facebook 13 aprile 2020). Premessa Il governo ha formato una squadra di esperti da tutto il mondo perché lo aiutino a valutare come procedere ...

Un sondaggio gela Bruxelles: il 50% degli italiani vuole l ...

Editorialista del Giornale "Avvenire" dal 2001 a oggi Editiorialista de "L'Osservatore Romano" dal 1997 al 2007 Editiorialista de "L'Osservatore Romano" dal 1997 al 2007 Collaboratore della rivista di geopolitica "LiMes" dal 1994 a oggi Membro della Societa Italiana per lo Studio della Storia Contemporanea dal 2001 a oggi.