Il serpente di pietra

Siamo lieti di presentare il libro di Il serpente di pietra, scritto da Jason Goodwin. Scaricate il libro di Il serpente di pietra in formato PDF o in qualsiasi altro formato possibile su secchiarapita.it.
AUTORE
Jason Goodwin
ISBN
9788806196455
DATA
2009
Secchiarapita.it Il serpente di pietra Image

DESCRIZIONE

E se il Santo Graal, l'antica reliquia, fosse custodito nei labirinti di pietra, nelle cisterne bizantine sotto i palazzi di Istanbul? Il sultano Mahmut II sta morendo. Yashim, più che mai solo, deve combattere contro un incubo che sembra risvegliarsi da un passato antichissimo. 1839, anni dopo la lotta per l'indipendenza dei greci dell'impero ottomano, Lefèvre, archeologo francese, arriva a Istanbul per cercare un tesoro bizantino che ha a che fare con le reliquie più antiche della città, e forse della cristianità. Yashim, l'eunuco di corte che ama le donne, riceve la richiesta di investigare su Lefèvre. Ma quando il cadavere sfigurato dell'archeologo viene trovato davanti all'ambasciata francese, tutto porta a sospettare dello stesso Yashim... C'è qualcuno che lo sta usando per coprire un complotto, o la realtà è ancora più sorprendente?

SCARICARE LEGGI ONLINE

Il serpente di pietra - Jason Goodwin Libro - Libraccio.it

Il Miðgarðsormr è un enorme e mostruoso serpente che compare nella mitologia norrena.Miðgarðsormr non è tanto un nome quanto un epiteto, che significa: "Serpe di Miðgarðr". È altresì chiamato Jǫrmungandr ['jœrmuŋgandr]: "demone cosmicamente potente".La leggenda narra che egli sia talmente lungo che se si stendesse diritto potrebbe abbracciare il mondo e infine mordersi la coda.

IL SERPENTE DI PIETRA + IL SIGNORE DELLA FORESTA di Maria ...

Il Miðgarðsormr è un enorme e mostruoso serpente che compare nella mitologia norrena.Miðgarðsormr non è tanto un nome quanto un epiteto, che significa: "Serpe di Miðgarðr". È altresì chiamato Jǫrmungandr ['jœrmuŋgandr]: "demone cosmicamente potente".La leggenda narra che egli sia talmente lungo che se si stendesse diritto potrebbe abbracciare il mondo e infine mordersi la coda.