La quarta estate

Leggi il libro di La quarta estate direttamente nel tuo browser. Scarica il libro di La quarta estate in formato PDF sul tuo smartphone. E molto altro ancora su secchiarapita.it.
AUTORE
none
ISBN
9788856637885
DATA
2015
Secchiarapita.it La quarta estate Image

DESCRIZIONE

L'estate che cambierà per sempre la sua vita, quella del 1943, inizia con un lungo viaggio, dal Garda, dov'è nata e cresciuta, a Marina di Ravenna, dove per tre mesi dovrà esercitare la sua professione; sola, per la prima volta. Sa che spostarsi è pericoloso, ma il suo lago è divenuto ormai troppo stretto e ha bisogno di andarsene per dimostrare a se stessa, più che agli altri, chi desidera diventare. Un medico. Una donna. Entrambe le cose. Ma anche così lontano da casa, il pregiudizio l'ha seguita. Quando compare sulla soglia del sanatorio, infatti, le infermiere, le suore, comprendono che, a dispetto del suo nome, Andrea Zanardelli non è il dottore che si aspettavano. C'è stato un errore, a cui però è impossibile porre rimedio. Unico rimprovero, il loro sguardo muto e sorpreso. Comincia quindi nel silenzio quell'estate. Un silenzio spezzato solo dall'inquieto moto delle onde del mare che Andrea non ha mai visto e dalle grida dei bambini che deve curare. Un silenzio lontano anni luce dalla guerra, dalla fine delle illusioni imperiali, dai proclami gridati, dalle divise e dai morti. Ma che non durerà a lungo. Perché quell'estate segnerà una svolta per la storia del paese e per la sua vita. E non sarà più possibile tornare indietro.

SCARICARE LEGGI ONLINE

La mafia uccide solo d'estate 2: la quarta puntata - Panorama

La quarta tappa di "Un'altra estate": Piombino. Il prossimo appuntamento dell'iniziativa "Un'altra estate, incontriamoci nei borghi" è a Piombino. Il 9 agosto si partirà alla scoperta della città, le sue mura, le sue strade e i piatti tipici. L'ARTICOLO. 03 agosto 2018.

La mafia uccide solo d'estate 2: la quarta puntata - Panorama

CASADIO-La quarta estate_32R.indd 13 09/03/15 10.09. 14 di smeraldo, il pezzame irregolare dei velami, gli occhi bizantini riportati sulle prue. dal finestrino abbassato entrò una zaffata agra di salsedine e aceto. Sedute sul molo vide donne, vestite di scuro, intente a ricucire reti.