Piovono pietre. Cronache marziane da un paese assurdo

Siamo lieti di presentare il libro di Piovono pietre. Cronache marziane da un paese assurdo, scritto da Alessandro Robecchi. Scaricate il libro di Piovono pietre. Cronache marziane da un paese assurdo in formato PDF o in qualsiasi altro formato possibile su secchiarapita.it.
AUTORE
Alessandro Robecchi
ISBN
9788858106075
DATA
2013
Secchiarapita.it Piovono pietre. Cronache marziane da un paese assurdo Image

DESCRIZIONE

Ogni inquisito, imputato o rinviato a giudizio si affanna a dichiarare "Sono sereno". Le forze politiche che si definiscono 'moderate' si aggrediscono come gang portoricane e si spernacchiano ferocemente ogni giorno con insulti spaventosi. Un famoso testo satirico nazionale si ostina a sostenere che l'intera Repubblica sia fondata sull'unica cosa che manca: il lavoro. Pensate di essere sbarcati su Marte? Tranquilli, siete sempre in Italia, l'unico paese dove splende il sole, ma piovono pietre! Questo esilarante diario minimo, scritto con spericolata abilità, in precario equilibrio tra il grottesco e la realtà, rincorre i paradossi delle nostre vite quotidiane, i testacoda della politica nazionale, le mode correnti, i vizi antichi, le parole che cambiano senso e le tortuose logiche a cui è costretto chiunque pratichi il più stravagante degli sport estremi: vivere in Italia.

SCARICARE LEGGI

Piovono pietre. Cronache marziane da un paese assurdo

Piovono pietre: Cronache marziane da un paese assurdo (Economica Laterza Vol. 632) Formato Kindle di Alessandro Robecchi (Autore) Formato: Formato Kindle. 4,6 su 5 stelle 9 voti. Visualizza tutti i 3 formati e le edizioni Nascondi altri formati ed edizioni. Prezzo Amazon ...

Piovono pietre. Cronache marziane da un paese assurdo ...

Ha scritto due saggi: Manu Chao, musica y libertad (Sperling e Kupfer, 2001) tradotto in cinque lingue e Piovono Pietre, cronache marziane da un paese assurdo (Editori Laterza, 2011), pamphlet satirico che descrive ironicamente la politica italiana, vincitore del premio Giuseppe Giusti 2013.